La Madonna prima del Restauro

La statua fu restaurata con incarico allo Studio Gabrieli Traverso di Bergamo, fra il 1991 e il 1992, a cura del Comitato promotore per il restauro della Madonna di Piazza Grande presieduto da Anna Maria Garofoli De Paoli. Il 7.11.1992 in Duomo viene presentata alla città la Statua restaurata a regola d'arte.

ISCRIZIONE, tradotta dal latino, posta in fronte alla nuova cappella preparata dal Comune per la Madonna che consente di datare nel 1603 l'inaugurazione del primo manufatto andato distrutto dalle intemperie.


"Pavia, madre e alunna di
religione, eresse, ornò
ed arricchì questo sacello
in onore della Sua Avvocata
la Vergine Madre di Dio
affinchè con maggiore decoro
si recitasse la salutazione
angelica".
Anno 1603 (MDCIII)

Il Broletto e la Piazza in un disegno a penna del 1687, allegato agli atti di un processo per un fatto di sangue avvenuto sulla piazza la Vigilia di Natale del 1687 (Pavia Musei Civici). Si evidenzia la Cappella con la cupola e l'altare con i candelieri e la croce

Piazza Grande a Pavia - Angelo Inganni (1807 - 1880)
Olio su tela - Musei Civici di Pavia Da questo dipinto risulta che la cappella del Broletto era stata in parte già modificata prima della rimozione della Statua: privata della cupola, è sovrastata dall'orologio.